HOSTILE ENVIRONMENT AWARENESS TRAINING (HEAT) – Consapevolezza Dell’ambiente Ostile

PREMESSA:

Oggi agli imprenditori che impiegano il proprio personale all’estero, viene richiesto un adeguamento ai tempi e alle norme. In primo luogo è importante analizzare i diversi tipi di rischio a cui può essere sottoposto il soggetto intrasferta, contestualmente alle tipicità culturali e geografiche non sempre note.
Queste misure preventive, fondamentali nella gestione delle trasferte estere, rappresentano il “Duty of Care” (“obbligo di protezione”), concetto anglosassone traslato nella realtà imprenditoriale. Per tutelare il dipendente, evitando una ricaduta di responsabilità in capo all’azienda e al datore di lavoro, è necessario adottare preventivamente una serie di comportamenti che, in un certo senso, valgono anche come “scarico di responsabilità”.
Il primo punto del Duty of Care, è rappresentato da formazione e informazione: è necessario che ogni dipendente venga formato sul paese nel quale si reca, attraverso materiali specifici (schede paese), e informato sui possibili pericoli erischi a cui potrebbe essere esposto, anche funzionalmente agli usi e costumi locali.
Pensiamo al rischio culturale: spesso, ignorando le regole di comportamento obbligatorie nel paese di destinazione, si incorre in situazioni particolarmente fastidiose e di difficile gestione. Il classico, banale, esempio riguarda il consumo di alcoolici in alcuni Stati islamici, divieto che può essere punito anche severamente.
È evidente che, prima di formare il dipendente, il datore di lavoro deve conoscere il quadro normativo, nazionale e locale del paese, perché la legge prevede una serie di responsabilità a suo carico. Conoscendo la norma e applicandola alla lettera può evitare di incorrere in situazioni civilmente e anche penalmente rilevanti, come accaduto negli ultimi anni (caso Bonatti).

OBIETTIVI FORMATIVI e DESTINATARI:

Il Corso dedicato ai civili, che per lavoro devono andare in zone del mondo più o meno rischiose, offre un approfondito programma formativo/addestrativo modulabile a seconda delle necessità del committente. L’attività è conforme al D.Lgs 81/08, favorendo l’azienda a risultare in regola dal punto di vista normativo, in merito alla formazione dei lavoratori assoggettati ai rischi specifici
ai quali potrebbero essere sottoposti durante le loro attività all’estero.

Le finalità del Corso sono:

  • ottemperare alla formazione obbligatoria imposta alle aziende per i propri dipendenti;
  • spiegare come mitigare al massimo i rischi a cui i dipendenti sono sottoposti durante lo svolgimento del proprio lavoro all’estero;
  • portare il personale impiegato all’estero a maturare la corretta consapevolezza utile a gestire e fronteggiare le probabili situazioni di crisi/pericolo durante la permanenza nel paese estero.

DURATA e MODALITA’ DIDATTICHE:

Il percorso formativo in oggetto è della durata di 40 ore, da erogarsi in 5 giornate, preferibilmente consecutive.

La didattica sarà rivolta ad un massimo di 15 discenti e sarà necessariamente articolata, al fine di garantire il pieno raggiungimento degli obiettivi formativi dichiarati in precedenza, seguendo le
seguenti modalità:

1. didattica frontale con l’ausilio di slides e materiale audio e video dei docenti;
2. simulazioni pratiche;
3. didattica interattiva mediante l’impiego di attrezzature di sicurezza, displays, materiali inerti e sostanze simulanti (autorizzate e certificate per il Training di specialità) di proprietà dei docenti. Sarà, inoltre, possibile acquistare moduli aggiuntivi.

CONTENUTI del CORSO:

1° Modulo ( 8 ore)

SICUREZZA DEGLI OPERATORI (4 H)

  • Presentazione ed apertura dei lavori;
  • Introduzione alla formazione H.E.A.T.;
  • Safety, Security ed Analisi del rischio;
  • Percezione del rischio;
  • Travel Security e Norma di riferimento

COMUNICAZIONE – Parte 1 (4 H)

  • L’analisi del processo comunicativo;
  • Il linguaggio verbale, non verbale e paraverbale ;
  • L’analisi dello scenario comunicativo;
  • L’ascolto attivo;
  • Gli atteggiamenti e le sue forme;
  • Test di autovalutazione 1 e correzione collettiva (10 domande a risposta multipla)

2° Modulo ( 8 ore )

COMUNICAZIONE – Parte 2 + ELEMENTI DI PSICOLOGIA E GESTIONE DELLO
STRESS IN SITUAZIONI DI CRISI

  • Segnali di ostilità;
  • Gesti a vuoto;
  • Comportamento Spaziale;
  • Errori percettivi;
  • Valutazione ingenue;
  • Bias ed euristiche;
  • Consapevolezza dell’ambiente ostile;
  • La crisi in ambito psicologico;
  • Aspetti Fisiologici derivanti dallo stress;
  • Paura e Panico;
  • La gestione del “cervello arcaico”;
  • L’importanza dell’addestramento intenso;
  • Inoculazione dello stress;
  • Le fasi dello Stress Inoculation Training;
  • Il trauma nel sequestro di persona;
  • Effetti psicologici e fisici del sequestrato;
  • Osservare e memorizzare: la raccolta informazioni sugli interlocutori;
  • Strategie di negoziazione e persuasione;
  • Test di autovalutazione 2 e correzione collettiva (10 domande a risposta multipla)

3° Modulo ( 8 ore )

MINACCE FISICHE DI NATURA CONVENZIONALE E NON CONVENZIONALE

  • Evoluzione tattica e strategica della minaccia terroristica odierna;
  • Introduzione alle minacce non convenzionali e al fenomeno dual-use;
  • Ordigni esplosivi improvvisati;
  • Ordigni incendiari improvvisati;
  • Mine anti-uomo e munizionamento bellico inesploso;
  • Minacce veicolate a mezzo di agenti aggressivi CBRN;
  • Procedure di sicurezza ed Autoprotezione;
  • Test di autovalutazione 3 e correzione collettiva (10 domande a risposta multipla)

4° Modulo ( 8 ore )

PRIMO SOCCORSO IN AMBIENTE NON PERMISSIVO

  • Primo soccorso in ambiente non permissivo: BLS Vs. TCCC;
  • Introduzione alla procedura MARCH-ON;
  • Emorragie massive: ferite da taglio/proiettile/ordigno esplosivo;
  • Pervietà delle vie aeree, respirazione, circolazione ed ipotermia;
  • Trattamento delle ferite aperte ed eventuale somministrazione di farmaci;
  • IFAK: strumenti ed equipaggiamento base;
  • MEDEVAC & CASEVAC;
  • Procedure e strumenti di comunicazione;
  • Strumenti di geolocalizzazione e Chiamata di soccorso;
  • Esercitazioni individuali e di gruppo;
  • Test di autovalutazione 4 e correzione collettiva (10 domande a risposta multipla)

5° Modulo ( 6 ore )

CARTOGRAFIA, NAVIGAZIONE ED ORIENTAMENTO (4 H)

  • Introduzione alla cartografia: tipologie, loro lettura ed interpretazione;
  • Triangolazione e localizzazione;
  • Strumenti di navigazione: dalla bussola al gps;
  • Orientamento e navigazione diurna/notturna in assenza di strumenti;
  • Tecniche speditive per il rilevamento dei punti cardinali;
  • Esercitazioni individuali e di gruppo;
  • Test di autovalutazione 5 e correzione collettiva (10 domande a risposta multipla)

TEST FINALE DI APPRENDIMENTO (30 domande a risposta multipla) + CORREZIONE COLLETTIVA + CHIUSURA DEI LAVORI (2 H)

Sii il primo ad aggiungere una recensione.

Accedi per lasciare una recensione
Aggiungi alla lista dei desideri
Durata: 38 ore in 5 moduli
Livello: Avanzato

Archive

Working hours

Monday 9:30 am - 6.00 pm
Tuesday 9:30 am - 6.00 pm
Wednesday 9:30 am - 6.00 pm
Thursday 9:30 am - 6.00 pm
Friday 9:30 am - 5.00 pm
Saturday Closed
Sunday Closed